I disturbi del tratto urinario durante il sonno

465

Gli individui che soffrono di disturbi del sonno (OSAS) non solo sperimentano una mancanza di riposo durante le ore notturne, ma anche conseguenze che interessano l'intero organismo. Tra le varie funzioni colpite, vi sono anche i disturbi del tratto urinario, un fenomeno che è stato ampiamente documentato ma che rimane ancora difficile da spiegare dal punto di vista medico. Questi disturbi urinari che si manifestano durante il sonno sono noti come sintomi del tratto urinario inferiore (STUI).

STUI: Disturbi del tratto urinario Il termine STUI (Sintomi del Tratto Urinario Inferiore) è un termine generale che comprende una varietà di disturbi che colpiscono l'apparato urinario.

Si tratta di una serie di condizioni che colpiscono principalmente gli individui di sesso maschile e che si manifestano solitamente dopo i 40 anni. Questi disturbi possono manifestarsi in tutte le fasi della minzione: prima, durante e dopo l'atto stesso. Queste fasi possono essere suddivise in diverse problematiche:

  • Disturbi durante la fase di riempimento e disturbi irritativi: Questa categoria comprende condizioni come poliuria, pollachiuria, urgenza minzionale e nicturia.
  • Disturbi durante la fase di svuotamento: Questi includono flusso intermittente e difficoltà ad iniziare la minzione.
  • Disturbi "post-svuotamento": Tra i più comuni vi sono la sensazione di svuotamento incompleto della vescica e il gocciolamento post-minzione.
  • Disturbi del tratto urinario: Nicturia Questo disturbo è probabilmente il più comune tra i sintomi del tratto urinario inferiore. Le persone affette da nicturia si svegliano più volte durante la notte per urinare, anche quando la vescica non è piena. La nicturia può manifestarsi come un sintomo isolato o può essere accompagnata da un altro disturbo simile chiamato poliuria.
  • Disturbi del tratto urinario: Poliuria La poliuria è una condizione caratterizzata da una produzione eccessiva di urina. Questo può accadere durante il giorno (poliuria diurna) o durante la notte (poliuria notturna).

STUI e OSAS Non ci sono ancora evidenze cliniche che dimostrino una correlazione tra queste due condizioni. Le spiegazioni possono essere di natura psicologica (la persona si sveglia a causa del disturbo del sonno e decide di urinare) o di natura fisica, potenzialmente legate ai peptidi natriuretici, sebbene ancora da dimostrare.

Fattori di rischio Anche i fattori di rischio per i disturbi del tratto urinario e OSAS sono ancora oggetto di studio. Gli studi scientifici finora suggeriscono tuttavia tre fattori di rischio considerati principali, che possono aumentare significativamente la probabilità di sviluppare disturbi del tratto urinario.

Questi sono:

  • Indice di massa corporea (BMI) elevato.
  • Età (il rischio aumenta notevolmente dopo i 40 anni).
  • Fumo.

Apnee notturne e disturbi dell'apparato urinario La correlazione tra apnee notturne e disturbi dell'apparato urinario è ancora complessa da dimostrare, ma sembra essere confermata e può complicare ulteriormente la vita delle persone affette da apnea notturna. Sebbene non sia ancora compreso appieno, è possibile ridurre e alleviare questi disturbi agendo sui fattori di rischio, che sono i veri fattori scatenanti.

Vuoi saperne di più?

Contattaci, siamo qui per aiutarti

Dal menu

Account